Strada parchi: Pezzopane, serve confronto in Parlamento tra Toninelli e gestore

Strada parchi: Pezzopane, serve confronto in Parlamento tra Toninelli e gestore

“Sulle reali condizioni delle infrastrutture abruzzesi non ci stanno facendo capire nulla. Toninelli dice cose gravi, esibisca i documenti e con Strada dei Parchi vi sia un chiarimento nella trasparenza. Siamo alla farsa. Insomma, si tratta solo di uno sporco gioco terroristico o esiste un pericolo incombente?”. Lo dichiara Stefania Pezzopane, deputata e responsabile Terremoti e ricostruzione del Partito democratico, a proposito dei viadotti dei tratti autostradali A24 e A25.
“Invece di gironzolare sotto i viadotti – continua – per produrre personali valutazioni ‘a occhio’, il ministro venga alla Camera con tutte le carte e parli con gli atti. E vengano anche i rappresentanti di Strada dei parchi, in modo da potersi confrontare con Toninelli in Commissione. Ed il ministro, accolga i miei emendamenti al decreto Genova, deve utilizzare i tanti soldi non impegnati nel Fondo sviluppo e coesione. Li potrebbe inserire nel decreto Genova e impiegarli subito, senza togliere un euro all’Abruzzo”.
“L’importante è che la pianti con pagliacciate che impauriscono le persone e, con gli annunci di limitazioni del traffico, che danneggiano le imprese e isolano l’intero Abruzzo”, conclude.
Previous Al via la Campagna del PD Il futuro ci ascolta
Next Bussi: Al netto di prescrizioni e di alcune assoluzioni, la sentenza conferma che fu disastro ambientale

You might also like

Top News

Pietrucci – Pezzopane: “Servono stanziamenti anche per altre montagne abruzzesi”

“Quella di ieri, con la presenza del ministro Luca Lotti per l’inaugurazione delle nuove cabinovie e del sistema di innevamento del comprensorio sciistico Aremogna – Pizzalto – Montepratello, opere che

Top News

Il PD incontra il territorio, venerdì iniziativa al Museo Etnografico Bomba

Il Partito Democratico di Bomba, in collaborazione con la Federazione provinciale di Chieti, Venerdì 17/11 alle ore 20.00 (presso il Museo Entografico) di Bomba, promuove una iniziativa di ascolto del