Spiagge, Pezzopane: “Bocciatura preoccupante, ora al lavoro”

Spiagge, Pezzopane: “Bocciatura preoccupante, ora al lavoro”

 “La bocciatura della Corte Ue della proroga delle concessioni demaniali per le spiagge era prevedibile ma ci preoccupa. E’ chiaro che siamo rammaricati perché continua a non essere riconosciuta una specificità italiana. Tuttavia dobbiamo continuare a lavorare su due binari: una soluzione ponte nel decreto enti locali e la legge di riordino del settore, per garantire alle imprese un’adeguata fase di transizione”. Lo dice la senatrice Stefania Pezzopane.
“Anche in Abruzzo i balneari sono in subbuglio – prosegue Pezzopane – Sono in gioco investimenti fatti, tradizioni, posti di lavoro. In questi anni abbiamo lavorato in Parlamento per scongiurare quello che potrebbe essere un evento drammatico. E se da un lato le normative europee vanno rispettate, dall’altro è necessario tutelare la specificità della situazione italiana, investimenti e occupazione. Continueremo ad impegnarci in modo instancabile”.

Previous Camillo D'Alessandro nominato commissario del Pd di Ortona
Next Maria Elena Boschi taglia il nastro di partenza per la campagna del Sì in Abruzzo

You might also like

News 0 Comments

“O i figli o il lavoro”. Il 29 settembre a Pescara presentazione del libro della giornalista dell’Espresso Chiara Valentini.

 “La conferenza regionale delle democratiche abruzzesi presenta il libro “O i figli o il lavoro” della giornalista dell’Espresso Chiara Valentini all’interno della festa provinciale del pd di Pescara. Sabato 29

Marco Rapino

M20 è il codice necessario a destinare il 2×1000 della dichiarazione dei redditi al PD.

“M20 colpito e affondato finanziamento pubblico! Ecco il codice 2×1000 per sostenere il Partito Democratico. Scrivilo in dichiarazione non ti costa nulla”. Così, il tesoriere del Pd Francesco Bonifazi ha comunicato

Silvio Paolucci 0 Comments

REGIONE. PAOLUCCI: "CHIODI FACCIA CHIAREZZA SUL VOTO, SI VOTI ENTRO DICEMBRE"

Il segretario Pd: “L’Abruzzo ha bisogno di un governo stabile, non di una campagna elettorale di 10 mesi” «Oggi è stato deciso che la Basilicata voterà il 17 ed il