SOCIALE: GIUNTA APPROVA PIANO REGIONALE 2016-18

SOCIALE: GIUNTA APPROVA PIANO REGIONALE 2016-18

LO STRUMENTO DI PROGRAMMAZIONE ORA SARÀ INVIATO AL CONSIGLIO

La Giunta regionale, presieduta dal presidente Luciano D’Alfonso, ha approvato, su proposta dell’assessore con delega al Sociale, Marinella Sclocco, il Piano sociale regionale 2016-18, frutto di un anno e mezzo di lavoro. Il documento, che punta su innovazione, integrazione e sostenibilità, sarà ora inviato al Consiglio regionale per l’approvazione definitiva. “Si tratta di un Piano rivoluzionario per il metodo altamente innovativo che ha visto il coinvolgimento diretto di Istituzioni, associazioni e cittadini in un percorso partito ad ottobre 2014e proseguito ad ottobre 2015 con l’approvazione delle linee guida. L’auspicio – ha dichiarato Marinella Sclocco – è che il Consiglio regionale comprenda appieno la portata di questo fondamentale strumento di programmazione e faccia in fretta ad approvarlo per renderlo al più presto operativo e fruibile dai cittadini”.
Il Piano sociale di ambito, atteso da ben 17 anni, è finanziato direttamente con il Fondo Sociale Regionale (10 milioni 800 mila euro) mentre il Fondo Nazionale Politiche Sociali ha assegnato all’Abruzzo circa 6 milioni 800 mila euro. “Un Piano – ha commentato l’assessore Sclocco, che si è avvalsa della collaborazione dell’assessore alla Programmazione sanitaria, Silvio Paolucci, e di una Cabina di Regia – che farà compiere all’Abruzzo un salto in avanti di parecchi anni e che rimetterà in campo quelle regole che dovranno garantire qualità dei servizi sia per i cittadini che per i professionisti del settore”.
Gli aspetti demografici del Piano sociale regionale mettono in evidenza una popolazione che in Abruzzo raggiunge 1 milione 327 mila abitanti con un tasso di crescita naturale di – 3,9 abitanti ogni mille per anno (quindi, in Abruzzo si perdono 4 abitanti ogni mille l’anno) e un indice di vecchiaia di 179,5 punti su mille (in 10 anni è cresciuto di 23 punti). Le famiglie sono 554.710 con 2,4 componenti medi mentre gli stranieri sono 86.245, pari al 6,5% del totale della popolazione (media italiana 8,2%). Un contesto demografico che si è tenuto nel debito conto al momento di calare nel Piano le principali scelte strategiche.
(da REGFLASH) DURA/16/06/29

Previous SANITA': FIRMATO IL NUOVO PERCORSO DIAGNOSTICO SUL DIABETE
Next BONIFICA SUD: PEPE, 500 MILA EURO UNA TANTUM

You might also like

#insiemealpd

BURGO: LOLLI, FIDUCIOSI SU CHIUSURA POSITIVA DELLA VERTENZA

Per la vertenza occupazionale che interessa la cartiera Burgo di Avezzano arriva la svolta decisiva. Questa mattina il management dell’azienda ha comunicato che il consiglio di amministrazione del Gruppo Burgo

#insiemealpd

Approvata all’unanimità una Risoluzione di Monticelli in sostegno dei balneari marittimi‏

Il voto questa mattina in una seduta congiunta di III e IV Commissione: approvato anche un documento del centrodestra Questa mattina, nel corso di una riunione congiunta della III e

#insiemealpd

SANITÀ: L’ABRUZZO RECEPISCE L’INTESA STATO-REGIONI SULLE MALATTIE RARE

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, ha recepito l’intesa Stato-Regioni sul Piano nazionale per le malattie rare (Pnmr). Tra i punti salienti dell’accordo, vanno sottolineati