Sanità regionale, Paolucci: E’ una giunta sempre più lenta che frena l’attività della Regione

Sanità regionale, Paolucci: E’ una giunta sempre più lenta che frena l’attività della Regione

 “E’ una giunta sempre più lenta che frena l’attività della Regione. In merito ai tetti di spesa per i contratti di acquisto di prestazioni da soggetti privati accreditati (per l’anno 2019) è ancora tutto bloccato e questo si traduce in meno garanzie sia la per la sanità privata sia per quella pubblica. La condizione necessaria è l’approvazione della delibera per i budget di spesa ma oggi c’è il rischio di presentarsi ai Tavoli di monitoraggio di luglio senza i contratti firmati con conseguenti pesanti criticità”. Ad affermarlo è il Capogruppo del Pd Silvio Paolucci che domani, nel corso del Consiglio regionale, presenterà un’interpellanza per conoscere “lo stato di avanzamento delle attività per arrivare a una celere definizione della regolamentazione dei rapporti negoziali con gli erogatori privati accreditati”. Paolucci si chiede poi “se sono previste variazioni di spesa nei tetti rispetto a quanto previsto da un’apposita delibera di giunta, la numero 913 del 2018. La fissazione dei budget e la sottoscrizione dei contratti saranno attenzionati dal Tavolo di verifica ministeriale di luglio e solitamente la scadenza per l’invio della documentazione è fissata per la prima settimana del mese di luglio”. “I ritardi però riguardano anche altri aspetti cruciali in tema sanitario – sottolinea il Capogruppo del Pd – e come si evince chiaramente dal verbale del Tavolo di monitoraggio del 9 aprile, i Ministeri sono ancora in attesa della rete ospedaliera, della rete territoriale, del fabbisogno del personale e del nuovo Programma operativo. Tra l’altro, poiché si cita il Programma Operativo 2019/2021, è lecito chiedersi: il nuovo Governo regionale ha già concordato la permanenza nel Piano di rientro? E che ruolo avranno il Consiglio regionale e tutti gli altri portatori di interesse come sindaci e sindacati? Saranno effettivamente realizzate tutte le promesse elettorali con i miglioramenti e gli incrementi di classificazione per i presidi ospedalieri annunciati in ogni città?”. “Per quanto riguarda la nuova rete ospedaliera, il governo regionale ha approvato la delibera n.264 del 2019, per la costituzione di un tavolo tecnico, nella quale però si richiede che la Regione venga affiancata dai tecnici del Ministero (nonostante fossimo già usciti dal Commissariamento): questo provvedimento – si chiede ancora Paolucci – serve a deresponsabilizzare la politica rispetto agli annunci della campagna elettorale? Che questa Giunta regionale lavori troppo lentamente e con poca concretezza è clamorosamente dimostrato anche dalla mancata nomina dei Direttori generali delle Asl di Chieti e L’Aquila – conclude il Capogruppo del Pd – che tanti problemi sta causando alle governance delle aziende sanitarie”.

Previous Tasse, Pezzopane: Emendamento annunciato ma ancora non approvato
Next Il Centro-sinistra incontra lavoratori ex Intecs

You might also like

Top News

Francavilla, Rapino: “Di Renzo chiarisca la sua posizione”

“È singolare la dichiarazione comparsa ieri sugli organi di stampa a firma di Stefano Di Renzo, Capogruppo del Pd in Consiglio Comunale a Francavilla”. Risponde così Marco Rapino, Segretario del

Top News

Deputati e Senatori di tutti gli schieramenti uniti per lavorare sulla solidarietà tra le generazioni

Deputati e Senatori di tutti gli schieramenti uniti per lavorare sulla solidarietà tra le generazioni  E’ stato presentato in Senato, alla Sala dei caduti di Nassiriya, l’intergruppo parlamentare per rappresentare

Top News

L’Aquila, Pietrucci a Biondi: “Ingiustificato l’allarme su Oncologia, ecco gli impegni di Tordera”

“Non vanno confusi gli atti gestionali con gli atti politici, altrimenti si generano confusione e perdite di tempo. Capisco l’esigenza di vigilare e battersi per la sanità aquilana, ma mi