Sanità: alimenti per celiaci, giunta approva fase transitoria fino al 24 gennaio

Sanità: alimenti per celiaci, giunta approva fase transitoria fino al 24 gennaio

La giunta regionale, su proposta dell’assessore alla programmazione sanitaria Silvio Paolucci, ha approvato una delibera che disciplina la fase transitoria dell’erogazione degli alimenti destinati ai pazienti celiaci.

Il provvedimento – che avrà effetto fino al prossimo 24 gennaio – promuove un percorso graduale nel passaggio alle nuove disposizioni in materia, introdotte da un decreto ministeriale dello scorso agosto, così da ridurre sia i disagi per l’utenza, sia per gli operatori commerciali della rete distributiva convenzionata, che si sono improvvisamente trovati con giacenze di prodotti non più ricompresi nell’elenco degli alimenti senza glutine specificamente formulati per i celiaci.

“La delibera – spiega Paolucci – pur rispettando i limiti di spesa previsti dalla legge, pone particolare attenzione alle esigenze dei pazienti celiaci, che con la nuova disciplina statale dovranno modificare le loro abitudini d’acquisto. Per questo abbiamo deciso, di comune accordo con le altre Regioni, di prevedere un periodo transitorio, così da accompagnare il passaggio verso i nuovi prodotti, che sono stati inseriti nell’elenco tenendo conto delle esigenze nutrizionali di una dieta bilanciata”.

Il decreto del ministero della Salute, pubblicato in Gazzetta Ufficiale il 28 agosto, introduce una differenziazione dei massimali di spesa per i pazienti, distinti per sesso ed età secondo le aggiornate evidenze scientifiche: le cifre variano da un massimo di 124 a un minimo di 56 euro al mese

Previous Sanità, Di Sabatino e Cialente: con uscita da commissariamento e da piano di rientro l'Abruzzo prepara il suo sistema salute.
Next Terminal bus Roma, Di Sabatino: premiato impegno a favore pendolari abruzzesi per contrastare decisione della Giunta Raggi

You might also like

Video

SANITÀ: ARRIVA IL SISTEMA DI MONITAGGIO DELLA QUALITÀ DELL’ASSISTENZA

Un nuovo sistema di monitoraggio e valutazione della qualità dell’assistenza ospedaliera, sul modello già adottato in poche altre Regioni italiane, come l’Emilia Romagna e la Toscana. Lo ha introdotto la

Video

Presentato il Piano sanitario regionale 2016-2018

Ridisegnare un nuovo modello sostenibile di Servizio Sanitario Regionale, per “competere” con quelli delle Regioni più avanzate e porsi come riferimento per altre aree del Paese, economicamente e socialmente affini

Video

SOCIALE: DAL 2 SETTEMBRE DOMANDE PER SUSSIDIO DI POVERTÀ

PARTE IL PROGRAMMA SIA, SOSTEGNO DI INCLUSIONE ATTIVA Parte anche in Abruzzo il programma nazionale per l’Inclusione Attiva (Sia) per la lotta alle povertà. Il via libera dopo una riunione