RIFIUTI, CASTRICONE: “PIANO PROVINCIALE SCOMPARSO E GIUNTA SPACCATA”

 “Dopo tanto rumore la giunta Testa ha chiuso in un cassetto il Piano provinciale dei rifiuti, che avrebbe potuto evitare e può ancora evitare questo caos. L’impianto di Città Sant’Angelo è previsto nell’attuale stesura del Piano: l’assessore provinciale Roberto Ruggeri, se vuole fare il bene del proprio territorio, faccia in modo che il Piano provinciale dei Rifiuti esca dal cassetto e intervenga in quella sede, da amministratore provinciale, senza campagne populistiche”. Lo afferma il segretario provinciale del Pd Antonio Castricone. “Occorre dare ai cittadini della nostra provincia la possibilità di contare su una filiera pubblica dei rifiuti con impianti moderni e capaci di evitare che si riproponga periodicamente una incertezza che fa comodo solo a pochi. Viene da chiedersi se la presa di posizione dell’assessore provinciale Roberto Ruggeri” dice Castricone “sia contro se stesso o contro l’Amministrazione di cui fa parte”.

Previous SPOLTORE, VERTICE DELLE OPPOSIZIONI: “MOZIONE DI SFIDUCIA, A SPOLTORE EMERGENZA DEMOCRATICA"
Next Cepagatti: dai residenti di contrada Buccieri un secco no all'insediamento Ecopetrol

You might also like

Agenda 0 Comments

"L'Abruzzo ha le carte in regole per essere una Regione a misura delle nuove generazioni". Appello al voto dei Giovani Democratici

Mancano poche ore all’apertura dell urne nella nostra Regione. Crediamo che il Partito Democratico e Luciano D’Alfonso abbiano messo in campo un progetto in grado di dare risposte concrete ai

Archivio 0 Comments

"Garanzia Giovani Abruzzo". Attivato servizio di informazioni e supporto a cura del Partito Democratico provinciale di Pescara

“Garanzia Giovani Abruzzo” Attivato servizio di informazioni e supporto a cura del  Partito Democratico provinciale di Pescara. Contatti: Emanuele Pavone tel. 3298210217  email: [email protected] Correlati

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.