Pianella, Di Tonto: “Gli immigrati occasione non cercata per dimostrare solidarieta’ della comunita’ “

Pianella, Di Tonto: “Gli immigrati occasione non cercata per dimostrare solidarieta’ della comunita’ “

“Nel rispetto della legalità dal punto di vista procedurale e dei requisiti urbanistico – edilizi, igienico – sanitari nonché di sicurezza prescritti, dobbiamo praticare l’accoglienza superando le paure”. Lo afferma Massimo Di Tonto, Consigliere Comunale a Pianella e Coordinatore della Segreteria Provinciale PD Pescara.

“Pianella è un comune di circa 8600 abitanti e 47 kmq di territorio, il 5^ Comune della Provincia di Pescara per superficie territoriale ed il 7^ per numero di abitanti. Dunque, non si può dire che 20 stranieri possono da soli turbare la normale convivenza degli abitanti, arrecando un tragico disagio. Forse andavano distribuiti in modo più omogeneo sul territorio. È vero che sarà necessario un maggiore controllo sociale da parte di tutti i cittadini e, soprattutto, delle forze dell’ordine nonché dell’Amministrazione Comunale. Facendo si che la vita della comunità non subisca gravi contraccolpi. È prioritario stipulare una convenzione tra Comune di Pianella, Prefettura di Pescara ed ente – cooperativa di gestione – prosegue Di Tonto – così da poter applicare i giovani ospiti in lavori socialmente utili. In questo modo la comunità potrà passare in breve tempo alla fase dell’accettazione e i profughi non si annoierebbero, passando inoperose giornate davanti al bar. Solo così Pianella ed in particolare Castellana diventerebbe il luogo dell’accoglienza diffusa dove si incontrano i volti di donne e uomini che hanno attraversato terre e mari, rischiando la vita. Questa situazione che ora vive Pianella, altrove è ormai strutturale e altri paesi del pescarese ospitano immigrati già da più di un anno. Non dobbiamo scandalizzarci del fatto che taluni compaesani hanno paura. E’ normale. Troppi e troppo rapidi sono i cambiamenti. Solo che la paura è una cattiva consigliera e occorre, invece, un grande lavoro educativo che un luogo come questo realizza di fatto, perché l’educazione non è costruita dai discorsi, ma è un frutto che si produce attraverso l’esempio. A livello nazionale serve un salto di qualità per superare lo stato emergenziale dell’accoglienza dei profughi, verso una organizzazione compiuta, con strutture di accoglienza adeguate e con la possibilità sempre più ampia di applicazione dei giovani in lavori socialmente utili; una sorta di restituzione a favore delle comunità. Inoltre andranno previste forme di premialità per i comuni ospitanti. Il tutto con un monitoraggio assoluto delle possibili speculazioni economiche. Ma questa è un’altra storia – conclude Di Tonto – e riguarda solo indirettamente la comuntà pianellese che ora dovrà affrontare al meglio questa nuova situazione”.

 

Previous ISTRUZIONE. SCLOCCO: "SCUOLA INCLUSIVA GUARDA AI PICCOLI COMUNI"
Next Abruzzo, Zappalorto: “L’azione del governo regionale non puo’ essere rallentata”

You might also like

Il Blog dei Democratici Abruzzesi 0 Comments

"Tribunale di Atri: quale futuro ?": sabato incontro pubblico

Nel luglio 2011 è stato emanato il decreto legge n. 98, convertito dalla legge n. 111 del 15.07.2011, con cui si delega il Governo a riorganizzare la distribuzione sul territorio

News 0 Comments

AVEZZANO, OSSERVATORIO FAUNISTICO REGIONALE: APPROVATO EMENDAMENTO DEL CONSIGLIERE DI PANGRAZIO PER LOCALIZZAZIONE IN SEDE EX ARSSA

Approvato all’unanimità, nel corso dei lavori in I e III commissione,  l’emendamento proposto dal consigliere Giuseppe Di Pangrazio sulla  localizzazione dell’Osservatorio Faunistico Regionale presso la sede  dell’ ex ARSSA di

Top News

Gianni Cordisco responsabile tesseramento Pd di Vasto

La sede del circolo, in piazza del Popolo n. 2, sarà aperta venerdì, sabato e domenica dalle 18 alle 20 e 30 per sottoscrivere le nuove tessere La segreteria regionale