Legge stabilità, Castricone: ” La Regione può lavorare a bilancio con qualche certezza in più”

Legge stabilità, Castricone: ” La Regione può lavorare a bilancio con qualche certezza in più”

“Esprimo la mia soddisfazione per il parere favorevole del Governo ad emendare la legge di stabilità concedendo alle Regioni la possibilità di spalmare il debito da 7 a 10 anni. Ho presentato un emendamento, concordato con l’assessore al bilancio e sanità Silvio Paolucci, che prevedeva l’allungamento dei tempi per rientrare dal debito a 15 anni”. Lo afferma l’On. Antonio Castricone.
“Un lungo confronto con il Governo condotto in prima persona da me e dal presidente della commissione Bilancio Francesco Boccia, con l’aiuto dei relatori Fabio Melilli e Paolo Tancredi, ha determinato l’intesa a 10 anni, una mediazione comunque molto positiva. Questo successo eviterà agli abruzzesi pesanti tagli al bilancio regionale che avrebbero inciso su servizi essenziali per i cittadini. Con questa stabilità l’assessore Paolucci potrà lavorare alla formazione del bilancio con qualche certezza in più”.
Previous "La cultura dell'accoglienza". Il 18 Dicembre tavola rotonda a Chieti
Next Legge Stabilità, D'Incecco: "Passo importante approvazione mio emendamento" 

You might also like

Archivio 0 Comments

Rocca San Giovanni: parere non favorevole all'istituzione Parco Costa Teatina

Per i componenti della Lista Civica “Insieme per Rocca”:IL COMUNE DI ROCCA SAN GIOVANNI NON E’ UN COMUNE DI “RANGO NAZIONALE”

Archivio

Chieti, Zappalorto: “Dalla giunta Di Primio ennesimo show basato su “annunci” per il futuro”

Il capogruppo in Consiglio Comunale del Partito Democratico, Chiara Zappalorto boccia senza mezzi termini il bilancio dell’attività del 2015 del sindaco Umberto Di Primio. «Abbiamo assistito all’ennesimo show basato sugli

Archivio 0 Comments

PUNTO NASCITA SULMONA, PEZZOPANE: “PROSEGUIRO’ LA BATTAGLIA, IN REGIONE AUSPICO UN NUOVO VOTO”

“Sarebbe stato più opportuno se al posto della risoluzione respinta, sulla tutela dei punti nascita in Abruzzo, fosse stata la maggioranza in Consiglio regionale a presentare un suo documento, che