L’Aquila: Pezzopane, clausola sociale per lavoratori contact center Inps

L’Aquila: Pezzopane, clausola sociale per lavoratori contact center Inps

“Alla conclusione della verifica effettuata da Anac, Inps ha comunicato  di affidare provvisoriamente l’appalto per i servizi di contact center Inps dell’Aquila alla Rti Comdata-Global Network. Sulle scelte e sulle procedure seguite abbiamo detto a suo tempo, inviando a Boeri numerose missive a cui fu dato un riscontro solo parziale. Ma ora ad appalto aggiudicato, deve seguire l’immediata attivazione di un percorso di salvaguardia dei livelli di occupazione precedentemente in essere nel sito aquilano con la Trascom e il Consorzio lavorabile. Si tratta di circa seicento lavoratori, in appalto nel caso di Trascom e in subappalto nel caso del Consorzio, ai quali deve essere garantita l’applicazione della clausola sociale. Il governo dia vita subito a un tavolo di concertazione. Già i sindacati nazionali hanno richiesto un tavolo triangolare con INPS. Mi batterò affinché tutti gli occupati del sito aquilano abbiano la garanzia del reinserimento in continuità lavorativa. Anche la Regione ed il Comune si mobilitino e tutti insieme tuteliamo questo nostro patrimonio di professionalità ed umanità. Questo territorio ha già subito troppi torti e disattenzioni, per usare un eufemismo, per vedere ancora una volta Lega e M5s sordi alle richieste del territorio abruzzese”.

Così Stefania Pezzopane, della Presidenza del Gruppo Pd alla Camera.

Previous Ambiente: Pezzopane “Costa dia risposte su emergenza bonifica di Bussi”
Next 8 marzo. Pezzopane: Tante iniziative,ma ancora troppa violenza e discriminazioni.

You might also like

Top News

Intecs, Pezzopane:”Stiamo gia’ lavorando a possibile soluzione”

“L’intenzione di Intecs di ridimensionare nei prossimi 2 anni il personale ci era purtroppo già nota e per questo siamo da tempo al lavoro alla ricerca di una soluzione. L’appello

Archivio

Sisma L’Aquila, Pezzopane: “16 mln per bilanci comuni sono nostro ottimo risultato”

“Grazie al governo Renzi, che anche stavolta ha mantenuto promesse” “Sedici milioni di euro sono un ottimo risultato. E consente di compensare le minori entrate e le maggiori spese che