La Casa lavoro di Vasto: l’On. Amato  invita la Sottosegretaria alla Giustizia Federica Chiavaroli. Il 18 marzo visiteranno insieme la struttura

La Casa lavoro di Vasto: l’On. Amato  invita la Sottosegretaria alla Giustizia Federica Chiavaroli. Il 18 marzo visiteranno insieme la struttura

“La Casa lavoro di Vasto è un concentrato di vite fragili, di disagio sociale, di errori pregressi che hanno già avuto la loro pena. Vite fragili che attraverso percorsi di “lavoro protetto” dovrebbero tornare ad una quotidianità solida lì dove affetti, lavoro, società riescano a dare garanzie. Internati! Una parola dal suono sinistro, persone che hanno scontato il loro debito con la giustizia ma dichiarate non socialmente sicure per tornare libere.” Queste la parole della deputata  Maria Amato che più volte si è interessata alle problematiche della struttura

“La Casa Lavoro serve a garantire questo percorso di “salute sociale” ma nonostante l’impegno della Direzione, la dedizione degli operatori, il lavoro gravoso della polizia penitenziaria, il capannone sartoriale non è ancora realizzato, l’azienda agricola sociale stenta a decollare, il progetto del rifugio per cani non si è realizzato. Tanti ospiti e pochi operatori; la permanente sofferenza della polizia penitenziaria che in carenza numerica, in una realtà profondamente diversa da quella di una Casa Circondariale. Un lavoro impegnativo e difficile che va oltre la custodia e diventa sostegno alla relazione, un lavoro per cui il personale si forma con l’esperienza e con un carico emozionale gravoso.”

“ Un contenitore di fragilità – lo definisce la deputata – sul quale continuo a tenere viva l’attenzione: per questo, all’indomani della sua nomina ho invitato la Sottosegretaria al Ministero della giustizia, Senatrice Federica Chiavaroli ad una visita. La risposta pronta nel segno della sensibilità: sarà alla Casa Lavoro di Vasto nella mattinata del 18 marzo. Una visita per toccare con mano i problemi e per fare sentire la presenza dello Stato a chi non sempre allo Stato guarda con fiducia, – conclude Maria Amato – per ridefinire col la Direzione un percorso che veda finalmente realizzati quei progetti che facciano fare alla struttura il salto di qualità per persone che da internati devono tornare ad essere cittadini”.

Previous Lavoro, Pezzopane: "Presto un Ddl per riordinare settore call center"
Next Masterplan, Pezzopane : "Il campus universitario e' un progetto di cui discutiamo da tempo. non sprechiamo le occasioni"

You might also like

Primo piano 0 Comments

Tagli ai servizi di guardia medica, Amato: " Nessuno si salva da solo"

Da anni il tema ricorrente nelle politiche per la salute è la deospedalizzazione ma paradossalmente ci si concentra prevalentemente sugli ospedali lasciando ampie fette di territorio sguarnite da tutto

Primo piano 0 Comments

Votare la speranza di un futuro migliore. Votare PD!

Siamo il partito del cambiamento. Da un anno al Governo regionale, stiamo inaugurando la stagione della competenza, dell’efficienza per cambiare l’Abruzzo