#ItaliaCoraggio: promuovi le webcard dell’iniziativa del 5 e 6 dicembre

#ItaliaCoraggio: promuovi le webcard dell’iniziativa del 5 e 6 dicembre

#‎ItaliaCoraggio‬
Il 5 e 6 dicembre il PD ti aspetta in piazza.
Presenteremo le nostre proposte, ascolteremo i commenti e le critiche di chi non la pensa come noi,condivideremo idee e speranze. Ti aspettiamo ai banchetti del PD.
Promuovi le webcard dell’iniziativa del 5 e 6 dicembre 2015

“Sabato e domenica tutto il Pd Abruzzo scenderà in piazza. Un’occasione per ascoltare e per parlare con quanti vogliano confrontarsi con noi. Un modo per rendere partecipi tutti di quanto si ta facendo a livello nazionale e dell’importante percorso di riforme che il governo sta portando avanti. Lo faremo senza paura e con convinzione perché siamo sicuri e certi che la strada intrapresa sia quella giusta.”
Marco Rapino

 A questo link tutte le info necessarie sui banchetti: http://bit.ly/1Q36TfV

Materiali cartacei di comunicazione, Italia coraggio!

Le cover per i social e per i siti web sono scaricabili dalla pagina dedicata.

Sul sito unita.tv sabato e domenica dalle 10 alle 13 ospiti in studio e collegamenti dalle piazze di tutta Italia.

Previous Sanità, Di Crescenzo: "Consiglio Stato respinge ricorsi ospedale Guardiagrele. Ora si persegua linea Regione e assessore Paolucci"
Next L. STABILITA', PEZZOPANE: "BENE INTERVENTO PD PER TUTELARE RISPARMIATORI "

You might also like

Il Blog dei Democratici Abruzzesi 0 Comments

"Enoturismo, agroalimentare. Il giusto posto, nell'Italia Giusta": sabato iniziativa a Tollo

“Enoturismo, agroalimentare. Il giusto posto, nell’Italia Giusta”, questo il tema dell’iniziativa in programma sabato 16 febbraio a partire dalle ore 17.00 nella sala convegni della Cantina Tollo. All’incontro interverranno:  Silvio

Top News

Milleproroghe, Pezzopane: Importanti novità per lavoro e terremoto

“Il decreto Milleproroghe che stiamo per convertire in legge contiene importanti novità. In Commissione sono stati approvati emendamenti fondamentali, sia per quanto riguarda i lavoratori che per i terremoti.” Lo