Il  segretario  Fina incontra il Presidente della Regione Marsilio: “Faremo opposizione rigorosa, Abruzzo non sia penalizzato”

Il segretario Fina incontra il Presidente della Regione Marsilio: “Faremo opposizione rigorosa, Abruzzo non sia penalizzato”

Il segretario del Pd Abruzzo Michele Fina dopo l’incontro con il Presidente della Giunta regionale, il 9 luglio 2019: “Oggi ho incontrato il Presidente della Regione Abruzzo Marco Marsilio. Con me il capogruppo del Pd Silvio Paolucci. L’ho cercato subito dopo la mia elezione perché la tutela delle istituzioni che altri vogliono indebolire o abbattere, passa attraverso il rispetto di chi le rappresenta; anche quando questo è un avversario politico così distante. Abbiamo parlato dell’Abruzzo, abbiamo chiesto il massimo impegno nella difesa dei nostri cittadini. Abbiamo letto l’intervista che Marsilio ha rilasciato ieri a Il Tempo sull’autonomia e abbiamo chiesto un confronto serrato perché l’Abruzzo non sia penalizzato. La nostra sarà un’opposizione molto concreta e rigorosa. Siamo certi di poter costruire un’alternativa più capace di difendere i nostri cittadini”.

Previous Blasioli: Bene la riapertura delle Naiadi, ma adesso bisogna proseguire spediti con il project financing
Next Il Pd provinciale di Chieti: "Impegno per chi ha subito i danni del maltempo"

You might also like

Archivio

PIANO SOCIALE: SCLOCCO, 200 MLN PER IL TRIENNIO 2016-18

IL MINISTRO POLETTI HA CONCLUSO IL WORKSHOP DI PESCARA Il sociale torna ad essere una priorità in Abruzzo grazie al Piano regionale 2016-18 che rappresenta uno strumento di programmazione innovativo

Stampa 0 Comments

MORTE GASPARI. LEGNINI (PD): “DA LUI GRANDE ATTENZIONE AD ASPETTATIVE POPOLARI”

Roma, 19 luglio – “Remo Gaspari é stato un grande abruzzese, protagonista di primo piano della fase storica di maggiore crescita economica della nostra regione”. Lo afferma il senatore abruzzese

Archivio

Pianella, Di Tonto: “Gli immigrati occasione non cercata per dimostrare solidarieta’ della comunita’ “

“Nel rispetto della legalità dal punto di vista procedurale e dei requisiti urbanistico – edilizi, igienico – sanitari nonché di sicurezza prescritti, dobbiamo praticare l’accoglienza superando le paure”. Lo afferma