I GD della Provincia di Pescara esprimono soddisfazione per l’indicazione di Luciano Di Lorito candidato Presidente della Provincia.

I GD della Provincia di Pescara esprimono soddisfazione per l’indicazione di Luciano Di Lorito candidato Presidente della Provincia.

 

“L’indicazione della direzione provinciale del Partito Democratico, di Luciano Di Lorito, sindaco di Spoltore, come candidato Presidente della Provincia di Pescara per il PD e le forze politiche del centrosinistra, ci riempie di gioia e di speranza per i prossimi anni” afferma Claudio Mastrangelo, segretario provinciale dei Giovani Democratici Pescara.

“Nella direzione provinciale del PD di martedì sera” continua Mastrangelo “ho portato la voce dell’organizzazione giovanile chiedendo con forza che la punta di diamante del nostro progetto politico in Provincia per i prossimi anni, fosse Luciano Di Lorito, un amministratore locale fra i migliori in tutta la regione, una persona perbene e un sindaco che grazie a queste due caratteristiche non solo nella sua città ha saputo vincere, ma anche convincere e successivamente rivincere con percentuali bulgare. Per questo e tutte le delegate e tutti i delegati dei Giovani Democratici hanno votato a favore della sua investitura.

La Provincia è il livello amministrativo al quale le giovani generazioni guardano col maggior carico di attenzioni, speranze e richieste, perché si occupa, fra gli altri, dei temi annosi dell’edilizia scolastica e della viabilità extraurbana sulla quale si muovono tutti i giorni, specie nelle aree interne e con il trasporto pubblico, gli studenti e i giovani lavoratori. Luciano è il miglior candidato possibile per questa terra e siamo convinti che la comunità delle amministratrici e degli amministratori del centrosinistra possa portarlo alla vittoria: allora siamo sicuri che con la sua esperienza e la sua attenzione saprà valorizzare quanto di buono fatto in questi quattro anni dal Presidente Di Marco, che ringraziamo di cuore, e al contempo aggredire le criticità che, in un territorio così difficile, ancora persistono. E saprà farlo tanto per le città costiere quanto per le aree interne e in particolare per l’Area Vestina, che ha importanti questioni ancora aperte, dalla scuola, con gli istituti superiori di Penne, alla viabilità.”

Previous #AbruzzoUE: Pepe, "apprezzato sforzo regione su spesa fondi Psr"
Next Dopo la gaffe sul Brennero, un’altra brutta figura del ministro Toninelli

You might also like

Top News

Atessa, Di Crescenzo e Di Cola: “Con riconversione del San Camillo ruolo centrale sul territorio”

“L’appuntamento per le elezioni amministrative si avvicina, ma giocare sui timori della popolazione e creare inutile allarmismo, fa male soltanto ad Atessa. Infatti, le dichiarazioni fatte riguardo chiusura del laboratorio analisi

Top News

REFERENDUM, PEZZOPANE: “IL BICCHIERE E’ MEZZO PIENO”

” E’ stata una campagna elettorale appassionante quella per il referendum costituzionale. Ho girato comune per comune, piazza per piazza, casa per casa, senza risparmiarmi, con 106 incontri. Ho avuto