Dl Terremoto, Pezzopane-D’Alessandro: no a emendamenti Ospedali, questione politica non tecnica

Dl Terremoto, Pezzopane-D’Alessandro: no a emendamenti Ospedali, questione politica non tecnica

“La decisione di dichiarare inammissibili gli emendamenti del Pd sugli ospedali fuori dal cratere non è tecnica, come sostengono i grillini, ma puramente politica. E comunque la destra giallo verde ha bocciato tutti gli emendamenti presentati anche quelli dichiarati ammissibili. Una furia distruttrice a scapito delle popolazioni terremotate” Lo dichiarano Stefania Pezzopane e Camillo D’Alessandro, deputati del Partito democratico, a proposito degli emendamenti – da loro presentati e dichiarati inammissibili dal presidente della 8’ commissione – al Dl terremoto sugli ospedali Abruzzesi fuori dal cratere.
> “Le soluzioni avanzate attraverso i nostri emendamenti, sono temi di campagna elettorale dei grillini ed evidentemente hanno preferito dichiararli inammissibili per non bocciarli e preferiscono ora usare inutili scuse. L’inammissibilità tecnica non è dunque altro che un modo goffo per togliersi dall’imbarazzo. La toppa, tuttavia, appare peggio del buco perché le nostre proposte emendative fanno proprie le sollecitazioni e i suggerimenti dei sindaci dei territori interessati. Uno degli emendamenti, quello a firma Pezzopane è esattamente quello proposto dai sindaci. Si è resa conto la maggioranza che dichiarandole inammissibili, hanno dichiarato incompetenti amministratori le cui capacità sono incontestabili? Stupisce anche che grillini e leghisti non si siano ricordati del modo in cui è stata risolta l’analoga questione dei tribunali di Lanciano, Vasto, Avezzano e Sulmona. Anche se fuori dal cratere, il precedente governo ha riconosciuto le difficoltà sofferte da quelle strutture. L’emendamento Pezzopane allora passò e grazie a ciò fu approvata una deroga alla riforma della geografia giudiziaria. Perché se vale per i tribunali non deve valere anche per gli ospedali?”.
> “Ora, siccome sono stati bocciati tutti gli emendamenti al decreto si tratta di capire se la maggioranza sia disposta ad approvarli o meno. Ovvero se nel decreto terremoto sono inammissibili , si fara carico la maggioranza di presentarli in un prossimo decreto ? O se voglia essa stessa presentarli in altro provvedimento visto che in questo sono stati bocciati tutti gli emendamenti perché il provvedimento è stato blindato. Anche se ammessi li avrebbero comunque bocciati, come hanno fatto per tutti gli emendamenti presentati da tutti i gruppi politici. M5S la smetta di nascondersi dietro al dito delle questioni tecniche e ci dica se li condividono o meno. Da parte nostra, li ripresenteremo in ogni possibile occasione, a partire dall’Aula la prossima settimana“, concludono..

Previous Rapino su bocciatura emendamenti su piccoli ospedali
Next Marco Rapino su incontro consiglieri regionali M5s e Ministro Sanità

You might also like

Agenda

“Città e nuove generazioni”: a Francavilla al Mare presentazione del libro di Giacomo D’Arrigo

“Città e nuove generazioni”,  a Francavilla al Mare presentazione del libro di Giacomo D’Arrigo. Ne discutono con l’autore:  Chiara Zappalorto, segretario Pd provincia di Chieti e capogruppo Pd consiglio comunale

Top News

LAVORO. PEZZOPANE PRESENTA “LEGGE QUADRO” SU CALL CENTER, PIU’ QUALITA’ E PIU’ DIRITTI

  Intervenire nel settore dei call-center con una sorta di “legge quadro” per contrastare i continui ribassi di prezzo, lo sfruttamento del personale, la precarietà dei lavoratori. E’ l’obiettivo della

Top News

Terremoto, Pezzopane: Dopo manifestazione, al lavoro per vertenza Abruzzo

La manifestazione degli abruzzesi in piazza Montecitorio ha visto la partecipazione pacifica e costruttiva di sindaci, amministratori, imprenditori, commercianti, forze sindacali. Con essa si è aperta una ‘vertenza Abruzzo’, con