Diktat di Salvini: nuova maggioranza Lega/5Stelle in Consiglio –  PD e civici l’unica opposizione

Diktat di Salvini: nuova maggioranza Lega/5Stelle in Consiglio – PD e civici l’unica opposizione

“L’elezione dell’Ufficio di Presidenza della Commissione Vigilanza si è risolta in una farsa. Sugli interessi dei cittadini abruzzesi, che sicuramente avrebbero largamente apprezzato l’elezione di Legnini quale figura di garanzia, sono prevalsi i diktat di Salvini e si è rivelata la vera anima del Movimento 5Stelle, ormai impegnato solo nell’occupazione dei posti.

Dunque l’unica opposizione in Consiglio Regionale è il centrosinistra”. Lo affermano i capigruppo Silvio Paolucci (Pd), Americo Di Benedetto (Legnini Presidente), Sandro Mariani (Abruzzo in Comune).

“La Commissione Vigilanza, unico vero organo di garanzia e di controllo previsto dallo Statuto Regionale, è stata assegnata con la peggiore logica spartitoria tra Lega e Cinque Stelle, con l’elezione a Presidente di un esponente 5 Stelle, consigliere Smargiassi, e a Vice Presidente e segretario dei consiglieri della Lega La Porta e Marcovecchio.

Altro che organo di controllo: la Commissione di garanzia diventa il terminale politico in Abruzzo della maggioranza di Governo Lega/5 Stelle. Lo Statuto della Regione riserva alle opposizioni la designazione, mentre invece è stata la maggioranza a decidere il proprio controllore.

Anche in Abruzzo dunque due forze politiche divise su tutto si accordano solo per le poltrone. Il Movimento Cinque Stelle, nato e cresciuto nel nome della volontà dei cittadini, dimostra disprezzo per il risultato elettorale con la connivenza del socio romano di Governo.

Ora è più chiaro che mai che in Abruzzo non vi è una maggioranza di centrodestra, ma Lega/Cinque Stelle guidati dalla destra, con la sudditanza di Forza Italia e UdC.

I Gruppi consiliari di centrosinistra e civici avevano chiesto la disponibilità del consigliere più autorevole, Giovanni Legnini, che è stato figura di vertice di uno dei massimi organi di garanzia nazionali e componente di organi costituzionali; disponibilità che era stata data a condizione che vi fosse una larga convergenza di tutte le componenti consiliari.

Solo dopo aver constatato l’esistenza di imposizioni di Salvini e del suo partito, che si è già accaparrato gran parte delle presidenze di Commissione e dei componenti della Giunta, il centrosinistra ha votato il suo candidato consigliere Americo Di Benedetto.

La riprova dell’accordo spartitorio è data dalla mancata elezione del Presidente della Quarta Commissione, che la maggioranza – rappresentata in modo singolare e anomalo dal Presidente del Consiglio Sospiri – ha chiesto di rinviare per contrasti interni alla Lega sul nome da designare. In tale occasione i consiglieri del Movimento Cinque Stelle si sono assentati per far mancare il numero legale e garantire un aiutino alla Lega.

“Dunque l’unica opposizione in Consiglio Regionale è quella del centrosinistra che la eserciterà in modo rigoroso e trasparente, nell’interesse esclusivo dei cittadini abruzzesi. Di una opposizione combattiva vi sarà bisogno perchè stante tali premesse quando si discuterà di sanità, infrastrutture, ambiente, lavoro, ricostruzione ed altro, ci sarà bisogno dell’unica voce autonoma e non disponibile a subire le ingerenze romane che fino a questo momento hanno determinato ogni scelta sia nel campo di centrodestra che per i 5 Stelle”.

Previous Ambiente, Pezzopane: “giù le mani dal Parco della Costa Teatina”
Next Elezioni Pescara, Di Sabatino: nostro obiettivo quello trovare candidato che unisca tutto campo progressista

You might also like

Documenti e ordini del giorno

Sanità: il PD Abruzzo è e vuole essere il partito del cambiamento

La Segreteria e l’Esecutivo Regionali del Pd Abruzzo, durante la riunione di ieri, hanno espresso pieno sostegno al lavoro e alla linea di cambiamento della sanità regionale portati avanti dall’Assessore

News dal PD Abruzzo

Manifestazione Roma, Di Sabatino: l’Abruzzo farà sentire la sua voce in Piazza del Popolo

Anche l’Abruzzo sarà presente domenica a Roma per manifestare “per l’Italia che non ha paura”. A fornire numeri e dettagli della partecipazione abruzzese, il segretario regionale del Pd Renzo Di

News dal PD Abruzzo

Marco Rapino su nuove adesioni Lega di Salvini

“Un carrozzone politico, senza identità e senza storia, almeno per quanto riguarda l’Abruzzo e il sud, che ogni giorno imbarca nuovi personaggi in cerca d’autore. O piuttosto vecchi personaggi che