Di Sabatino su astensione Marsilio decreto ricostruzione

Di Sabatino su astensione Marsilio decreto ricostruzione

“Marsilio può mangiare tutti gli arrosticini che vuole e può continuare a farsi i selfie mentre corre sul ponte del Mare per farci credere che, pur non avendo mai vissuto un solo giorno in Abruzzo, è uno di noi, ma la realtà è che quando doveva scendere in campo per tutelare gli interessi della nostra regione ha preferito non farlo”. Con queste parole Renzo Di Sabatino, Segretario regionale del Pd Abruzzo, interviene sull’astensione di Marsilio nel voto per il Decreto terremoto del Governo Gentiloni. 

“Marsilio abbia almeno rispetto dell’intelligenza degli abruzzesi e non ci venisse a raccontare che si è astenuto per il troppo amore che nutre per la nostra regione – continua Di Sabatino -. È in questioni così delicate, dove governo e opposizione storicamente fanno squadra pur di tutelare il futuro di un territorio,  che dimostra di essere solo un paracadutato da Roma in cerca di una poltrona. Perché non ha semplicemente votato il decreto, che comunque garantiva un sostegno alle popolazioni abruzzesi colpite dal sisma, per poi presentare integrazioni e miglioramenti tramite degli emendamenti?

La verità è che in tutti gli anni della sua attività politica non una sola battaglia ha condotto a favore dell’Abruzzo. L’unica che ricordiamo, in cui comunque ha avuto un ruolo da comparsa, è quella contro lo spostamento del terminal bus da Tiburtina ad Anagnina, che comunque è arrivata ben dopo la sua indicazione a candidato presidente.  

Giovanni Legnini, è doveroso ricordare, prima di andare a ricoprire l’incarico di vicepresidente del Consiglio superiore della Magistratura, è stato sottosegretario all’Economia con delega al Cipe e alla Ricostruzione e ha avuto un ruolo decisivo nello stanziamento dei 5,1 miliardi di euro inseriti nella legge di Stabilità del 2014, con cui ancora oggi la ricostruzione post sismica può andare avanti.

È questa la netta differenza fra un abruzzese che ha a cuore le sorti della nostra terra e un paracadutato, non certo in quello che mangia e in dove va a fare footing”.

Previous Lavoro: Pezzopane, salvaguardare posti lavoro Call&call e Olisistem Start
Next Di Sabatino su declassamento Questura dell’Aquila

You might also like

News dal PD Abruzzo

Manifestazione Roma, Di Sabatino: l’Abruzzo farà sentire la sua voce in Piazza del Popolo

Anche l’Abruzzo sarà presente domenica a Roma per manifestare “per l’Italia che non ha paura”. A fornire numeri e dettagli della partecipazione abruzzese, il segretario regionale del Pd Renzo Di

News dal PD Abruzzo

Marco Rapino: Investire sulla cultura? L’unica strategia possibile e vincente

“C’è chi, fra i nostri avversari politici, è ancora convinto che con la cultura non si mangia. Noi del Pd, invece, fin dall’inizio della legislatura appena conclusa abbiamo puntato tutto

News dal PD Abruzzo

Con il cuore e con la mente a Bruxelles, Europa

Oggi alle 15 il Presidente del consiglio Matteo Renzi presiede il Comitato Nazionale di Sicurezza. “Colpire Bruxelles oggi, Parigi ieri, significa colpire il cuore dell’Europa; ledere alla radice le nostre