Dalla giunta regionale altri 5,7 milioni per l’edilizia scolastica.

Dalla giunta regionale altri 5,7 milioni per l’edilizia scolastica.

Stanziati 5,7 milioni di euro per le scuole abruzzesi. Su proposta dell’assessore con delega all’Edilizia scolastica, Lorenzo Berardinetti, la Giunta regionale ha infatti approvato il provvedimento che autorizza lo scorrimento della graduatoria del Piano Annuale 2017. Nella delibera viene stabilito che, con le economie accertate dalla Regione Abruzzo, sui finanziamenti assegnati agli interventi di edilizia scolastica del Piano Triennale Regionale 2015/2017, quantificate in 5 milioni e 798.947 euro verranno finanziati ulteriori 19 interventi, 3 nella provincia dell’Aquila, 8 in quella di Chieti, 2 Pescara, 6 Teramo.

“Con l’assegnazione di queste somme” ha commentato Berardinetti, “la Regione  ha completato il finanziamento del Piano annuale 2017, riuscendo a incassare ulteriori risorse per la passata programmazione in materia di edilizia scolastica. Abbiamo fatto un ulteriore sforzo per adeguare il patrimonio di edilizia scolastica”, ha aggiunto l’assessore, “renderlo più sicuro e dare serenità alle famiglie, ai docenti, al personale e ai ragazzi che ogni giorno varcano la soglia delle nostre scuole. Sono soddisfatto di come sia stato completato l’iter tecnico-amministrativo relativo a queste nuove risorse, a testimonianza dell’incisività dell’azione regionale in materia di edilizia scolastica”.

“L’assegnazione di nuove risorse  sul Piano Triennale 2015-2017”, ha concluso, “ci permette di ampliare  il già vasto programma di interventi che abbiamo messo in cantiere in questi anni grazie anche ai fondi del terremoto, ai mutui Bei, ai fondi Fas, ai quali si aggiungeranno i finanziamenti provenienti dal nuovo Piano triennale  di Edilizia scolastica approvato agli inizi di agosto scorso”.

 

I comuni beneficiari sono i seguenti:

Pizzoli (Aq)     Primaria e Secondaria di 1° grado “Don Milani” (752.110,00 euro).

San Benedetto Dei Marsi (Aq) Primaria “Iqbal Masih” e Secondaria 1° grado “Marruvium” (411.134,86 euro)

Alfedena (Aq) Primaria e infanzia (123.635,80 euro)

Torricella Peligna (Ch) Scuola secondaria di I grado con accorpamento elementare e materna (504.630,00 euro)

San Giovanni Teatino (Ch) Scuola secondaria di I grado “Galileo Galilei” (665.000,00 euro)

Roccamontepiano (Ch) Scuola primaria e secondaria di I grado (260.000,00 euro)

Montazzoli (Ch) Scuola primaria e secondaria di I grado “Bertrando Spaventa” (215.000,00 euro)

Chieti Scuola secondaria di I grado “Mezzanotte” (110.000,00 euro)

Lama Dei Peligni (Ch) Scuola primaria e Scuola secondaria di I grado (35.000,00 euro)

Chieti Scuola secondaria di I grado “Chiarini” (100.000,00 euro)

Chieti Scuola secondaria di I grado “De Lollis” (118.000,00 euro)

Cellino Attanasio (Te) Scuola Secondaria di Primo Grado (385.560,00 euro)

Castellalto (Te) Scuola Secondaria di 1° grado (612.360,00 euro)

Castelli (Te) Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado (181.440,00 euro)

Martinsicuro (Te) Scuola Secondaria di Primo Grado “Colombo” (184.669,60 euro)

Martinsicuro (Te) Scuola Primaria “Sandro Pertini” (230.662,46 euro)

Cermignano (Te) Scuola Primaria e Secondaria di Primo Grado (602.744,66 euro)

Castiglione A Casauria (Pe) Scuola per l’Infanzia “G. Mariani” (77.000,00 euro)

Citta’ Sant’angelo (Pe) Scuola dell’infanzia “centro Urbano” (230.000,00 euro)

Previous Dalla Giunta regionale altri 5,7 milioni per l’edilizia scolastica.
Next Di Sabatino: Ci interessano solo le persone, i sondaggi li lasciamo ad altri

You might also like

Top News

Sasi, Zappalorto: “Esperienza e la concretezza di Basterebbe saranno preziose”

Esprime grande soddisfazione Chiara Zappalorto, segretaria provinciale PD di Chieti, per l’elezione di Gianfranco Basterebbe a presidente del cda della SASI. “Importante l’accordo programmatico raggiunto dai sindaci che ha portato

Top News

Legge Syabilità, Castricone: “Stop al commissariamento SIN di Bussi. Sei messi per impegnare le risorse”

“Nella seduta notturna della commissione Bilancio che sta esaminando la legge di Stabilità sarà con tutta probabilità discusso e approvato l’emendamento che prevede la fine della gestione commissariale per il