Comunicato stampa del Circolo Pd di Pescasseroli

Dopo le innumerevoli denunce presso le autorita competenti, e la campagna di informazione ai cittadine, il circolo del Partito Democratico di Pescasseroli si dichiara soddisfatto di aver evitato lo scempio del “ Colle della regina”, con la sospirata, e da tempo auspicata revoca, da parte dell’amministrazione comunale, della delibera “scelerata” che avrebbe portato Pescasseroli a perdere una porzione di territorio, che al contrario andrebbe valorizzato con capannini per l’osservazione di avifauna, e perché no con la realizzazione di una pista ciclabile in collegamento con il borgo di Opi.

Tale risultato si e’ raggiunto, comunque, con la spaccatura della maggioranza, che in fase di votazione ha visto l’astensione del vicesindaco e di uno dei consiglieri, spaccatura che si evince sin dall’inizio di questa vicenda, con i vari ripensamenti e che ha portato a un ritardo nella risoluzione del problema del disinquinamento del fiume Sangro di ben tre anni.

Previous Marco Rapino: "Il patto proposto da Matteo Renzi è davvero un'occasione straordinaria di impegno comune"
Next Pezzopane incontra vertici Isa: " Situazione drammatica. Urge incontro con Regione"

You might also like

Archivio

Evento di chiusura campagna elettorale PD 2018 – 2 marzo teatro cinema Massimo a Pescara

Venerdì 2 marzo alle ore 17.30 presso il Cinema Teatro Massimo di Pescara si terrà l’evento di chiusura della campagna elettorale del Partito Democratico. Interverranno Luciano D’Alfonso e i candidati

Il Blog dei Democratici Abruzzesi 0 Comments

COMUNICATO STAMPA del Pd di Lanciano

Lanciano, 13 Giugno , 2010.“Mentre ormai siamo al compleanno delle chiacchiere da quando un anno fa è stato annunciato il nuovo Ospedale, continuano i casi di cittadini costretti a spostarsi

Il Blog dei Democratici Abruzzesi 0 Comments

RIORDINO PROVINCE: IL PD ABBANDONA I LAVORI DEL CONSIGLIO REGIONALE

I consiglieri regionali del PD hanno abbandonato l’aula al momento del voto sul riordino delle Province. Le ragioni della loro della loro protesta saranno chiarite agli organi di informazione nel

0 Comments

No Comments Yet!

You can be first to comment this post!

Leave a Reply

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.