#cambiodirotta Le nostre proposte per il Paese

#cambiodirotta Le nostre proposte per il Paese

MENO TASSE

  • Meno tasse alle imprese che assumono e più soldi in tasca ai dipendenti;
  • Per le piccole e medie imprese e le ditte individuali: entrata in vigore dell’imposta sul Reddito d’impresa al 24%;
  • Per lo sviluppo: ripristino dell’Aiuto alla Crescita Economica a chi aumenta il capitale aziendale.

PIÙ WELFARE

  • Per sostenere il reddito: 3 miliardi di euro in più per il reddito di inclusione; 5 miliardi in più alle famiglie con figli a carico;
  • Per le pensioni: no a quota 100; sì all’Ape social permanente; pensione a 63 anni per chi fa lavori usuranti;
  • Per la formazione: ripristino alternanza scuola lavoro; credito di imposta per la formazione 4.0; taglio dele tasse a chi forma dipendenti.

PIÙ INVESTIMENTI

  • Per le imprese: ripristino dell’iperammortamento e del credito di imposta per ricerca e sviluppo; estensione di Impresa 4.0 all’agricoltura;
  • Per le infrastrutture e il territorio: ripristino di Italia Sicura con un investimento di oltre 3 miliardi di euro.

Movimento 5 Stelle e Lega bloccano l’Italia

Il Governo dei 5 Stelle e della Legaha tradito tutte òle promesse fatte in campagna elettorale. La maggioranza in Parlamento ha approvato una manovra blocca Italia.: aumentano le tasse; si fermano gli investimenti; si tagliano le pensioni e i fondi per le infrastrutture, la scuola e la cultura. A pagare il conto più salato sono i lavoratori, i pensionati, le impresee addirittura il mondo del volontariato. Gli onesti sono stati umiliati e i furbi difesi con i condono fiscale e con meno trasparenza negli appalti. Per approvare questa pessima Legge Conte, Di Maio e Salvini hanno tenuto fermo il Paese per mesi, facendo aumentare lo spread, bruciando miliardi di euro e mortificando la democrazia.

Ecco perché la manovra del Governo è dannosa

  1. Taglio di 1 miliardo di euro agli investimenti
  2. Aumento di 7 miliardi di euro di tasse alle imprese
  3. Aumento di 1 miliardo di euro delle tasse locali (IMU, TASI e IRPEF)
  4. Tagli alle pensioni di 1.200 euro
  5. Raddoppio delle tasse per il volontariato
  6. Tagli a ricerca, cultura e editoria
  7. Tagli di 2,3 miliardi di euro alle Ferrovie
  8. Tagli ai fondi per musei, cinema, teatri, biblioteche
  9. Condono fiscale per gli evasori
  10. Meno trasparenza per gli appalti pubblici
Previous Elezioni regionali, Di Sabatino: Il rinnovamento del movimento cinque stelle passa attraverso la poltroncina sicura per la Marcozzi
Next Elezioni regionali, Di Sabatino: caso Udc dimostra centrodx covo fratelli-serpenti pronti pugnalarsi prima occasione

You might also like

News dal PD Abruzzo

M20: dona il 2×1000 al PD

Anche quest’anno puoi sostenere il Partito Democratico destinando il 2×1000 della quota Irpef, in sede di dichiarazione dei redditi. A te non costa nulla e potrai comunque devolvere anche il

News dal PD Abruzzo

Dino Pepe, candidato Camera dei Deputati nel Collegio proporzionale L’aquila-Teramo

Dino Pepe, candidato alla Camera dei Deputati nel Collegio proporzionale L’aquila-Teramo #votalasquadra #sceglipd AL SERVIZIO DELLA MIA TERRA Sono nato il 5 settembre 1969, da una onesta e laboriosa famiglia di

News dal PD Abruzzo

Decreto terremoto, Pezzopane: “Governo impreparato”

La deputata del Partito Democratico Stefania Pezzopane giudica “non positivo” l’approccio dei partiti di maggioranza, Movimento Cinque Stelle e Lega, nell’ambito della conversione in legge del decreto terremoto. Gli emendamenti