Aumenti pedaggi A24-A25, D’Incecco: “Presenterà interrogazione al Ministro Delrio”

Aumenti pedaggi A24-A25, D’Incecco: “Presenterà interrogazione al Ministro Delrio”

“Il rincaro dei pedaggi sulla rete autostradale A24-A25 penalizza duramente l’utenza e mette a rischio la ripresa e la competitività dell’economia regionale”. Lo dichiara la deputata Vittoria D’Incecco, che sulla vicenda legata all’ennesimo aumento delle tariffe autostradali presenterà un’interrogazione al Ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Graziano Del Rio. “Si tratta – prosegue – di un salasso che ogni anno puntualmente colpisce gli utenti delle due tratte autostradali. Gli aumenti, infatti, avranno ricadute negative sul potere d’acquisto della popolazione. Non solo ci saranno ripercussioni sul reddito dei viaggiatori e dei pendolari, ma in generale tutti i cittadini sentiranno il peso dei rincari delle merci che vengono trasportate sulle autostrade. Alla luce di questa situazione – conclude la deputata – intendo sollecitare l’intervento del Ministro affinché adotti le iniziative necessarie per la revoca di tali aumenti e per evitare che gli stessi si ripetano in futuro”.
Previous Aumento pedaggi, Pezzopane: "Presenter0' interrogazione. Necessari sconti, vanno riviste le convenzioni con le concessionarie"
Next CONNETTERE L'ADRIATICO - LE RETI TENT-T DAL PROGETTO POLITICO ALL'ATTUAZIONE

You might also like

News dal PD Abruzzo

Il segretario regionale Marco Rapino rassegna le dimissioni

Con queste parole Marco Rapino ha rassegnato oggi le sue dimissioni da Segretario regionale del Pd Abruzzo: “Care Amiche e Cari Amici, Oggi il Pd abruzzese deve fare un passo

News dal PD Abruzzo

Piacente: “Il grande bluff delle primarie a cinque stelle”

“Quando ai primi di agosto furono annullate, senza spiegazioni plausibili, le Regionarie, con la conseguente esclusione del candidato Pietro Smargiassi, l’opinione pubblica abruzzese fu attraversata da un forte dubbio: che

News dal PD Abruzzo

Destinazione Italia il treno dell’ascolto del PD

Si inizia dal centro Italia, l’Alto Lazio e l’Umbria, e poi si andrà verso il Mezzogiorno, e quindi la “risalita” verso il Nord. Il Treno Destinazione Italia è composto da 5 carrozze