A24-A25, D’Incecco: Aumenti inaccettabili, pronta a fare la mia parte

A24-A25, D’Incecco: Aumenti inaccettabili, pronta a fare la mia parte

“Gli aumenti dei pedaggi sulla rete autostradale A24-A25 sono inaccettabili e
colpiscono duramente pendolari, utenti e trasportatori”. Lo dichiara la deputata abruzzese, Vittoria
D’Incecco, che è pronta a fare la propria parte e a mettere in campo tutte le iniziative necessarie per
risolvere positivamente la questione. “A livello nazionale – prosegue la parlamentare – il rincaro
medio dei pedaggi autostradali è del 2,74%, mentre le tariffe della Strada dei Parchi crescono del
12,89%. Un sacrificio insostenibile, anche in considerazione del fatto che i pedaggi delle autostrade
A24 e A25 sono già fra i più alti d’Italia. Questa situazione – sottolinea D’Incecco – penalizza
fortemente gli utenti che utilizzano l’infrastruttura autostradale per motivi di lavoro o di studio e
rischia di tagliare le gambe alla ripresa del nostro territorio. Sono pronta ad impegnarmi
personalmente affinché – conclude la deputata – si adottino tutte le soluzioni utili a garantire la tutela
degli utenti delle autostrade A24 e A25, delle imprese e dei cittadini”.

Previous Autostrade, Pezzopane: rincari inaccettabili, governo e gestore blocchino aumenti voluti dal centrodestra 
Next Stefano Albano vicesegretario nazionale dei Giovani Democratici

You might also like

Top News

Ricostruzione, riforme e referendum: tre incontri in provincia dell’Aquila

Oggi, venerdì 29 luglio, la senatrice Stefania Pezzopane e il consigliere provinciale Fabrizio D’Alessandro saranno in provincia dell’Aquila per ascoltare le esigenze di sindaci,amministratori e cittadini, fare il punto sulla

Top News

REFERENDUM, PEZZOPANE: “IL BICCHIERE E’ MEZZO PIENO”

” E’ stata una campagna elettorale appassionante quella per il referendum costituzionale. Ho girato comune per comune, piazza per piazza, casa per casa, senza risparmiarmi, con 106 incontri. Ho avuto

Top News

SISMA: PEPE, EROGATI FONDI PREVISTI DA PSR

Sono stati erogati i contributi previsti dai bandi delle misure agroambientali e di forestazione del Programma di Sviluppo Rurale per oltre 50 beneficiari coinvolti dai recenti eventi sismici per complessivi