ELEZIONI MONTESILVANO, BECCIA: CANDIDATURA MUSA E’ TRUFFA POLITICA

“Qualcuno deve assumersi la responsabilità del degrado in cui versa Montesilvano”

“Il confronto tra i candidati sindaco in piazza ha avuto passaggi grotteschi”attacca il Segretario Cittadino del Partito Democratico Luigi Beccia riferendosi ai ripetuti battibecchi tra l’attuale Sindaco e candidato Grande Sud, Pasquale Cordoma, e il suo Assessore e candidato Pdl, Manola Musa.

“In una campagna elettorale normale bisognerebbe prima di tutto confrontarsi sui risultati ottenuti dal gruppo di amministratori uscente. Qui si evita questo consuntivo e non si capisce chi ha governato nell’ultima consiliatura. Qualcuno deve assumersi la responsabilità di cinque anni in cui Montesilvano è rimasta immobile, nel degrado ed ha perso qualsiasi funzione di riferimento per le città limitrofe.” Il Segretario Citttadino del Pd elenca:”Economia in sofferenza, traffico insostenibile, periodi di divieto di balneazione, arredo urbano disastrato, rotonde di plastica permanenti, opere incompiute, municipio inefficiente, valzer di Dirigenti ed Assessori, aumento microcriminalità sono solo alcuni dei lasciti della premiata ditta‘Musa-Cordoma’. Scaricando il Sindaco uscente il Pdl ha ammesso implicitamente questo fallimento che non è però solo del Sindaco: è il fallimento di un intero gruppo di amministratori.”

Beccia conclude così: ”Ora con la candidatura di Musa si tenta una vera e propria truffa politica ai danni dei cittadini prendendo le distanze dai risultati di questi anni. Questo non è possibile ed i montesilvanesi non si faranno truffare. Tra l’originale Cordoma e la copia Musa sceglieranno altro: sceglieranno un vero progetto politico, quello della coalizione del Partito Democratico.”

 

Condividi questo articolo:
Questa voce è stata pubblicata in Archivio, Il Blog dei Democratici Abruzzesi, News, Pd Provincia Pescara, Primo piano e contrassegnata con , , , , , . Contrassegna il permalink.