Carceri, Pezzopane: serve piu’ personale in quello di Sulmona

Carceri, Pezzopane: serve piu’ personale in quello di Sulmona

“Solidarietà al medico aggredito, ho presentato un’interrogazione”.

La senatrice  Stefania Pezzopane ha presentato un’interrogazione al ministro della Giustizia Andrea Orlando per chiedere “quali provvedimenti si intendano assumere per adeguare, nel carcere di Sulmona, il personale della polizia penitenziaria al numero dei detenuti”.
“La mia richiesta – spiega Stefania Pezzopane – fa seguito al gravissimo episodio che si è verificato nel penitenziario, in cui il medico di turno è stato aggredito con ferocia da un detenuto e solo il pronto intervento dell’assistente capo della polizia penitenziaria ha evitato conseguenze ben più drammatiche. In questo carcere il personale è sottoposto ad una situazione difficile con necessità evidenti di potenziamento degli organici. Nel rivolgere al medico e agli operatori la massima solidarietà, sottopongo la situazione al ministero dal momento che credo che sia necessario garantire a chi lavora in un penitenziario il massimo delle tutele anche per applicare ogni garanzia ai detenuti. Nel carcere di Sulmona, dove sono presenti detenuti in 41 bis appartenenti a pericolose cosche mafiose e camorriste, in passato si sono verificati episodi di grande gravità ed è per questo che chiediamo di adeguare al più presto il personale penitenziario al numero dei detenuti”.

Previous Incendi, Pezzopane: E' emergenza, far funzionare al meglio macchina.
Next Il Senato approva il decreto sull’obbligatorietà dei vaccini

You might also like

Top News

Scuola, Pezzopane: “Per Gssi dell’Aquila grande risultato”

“Stabilizzazione impegno assunto e subito mantenuto dal Premier e dalla ministro Giannini”. “Il decreto che il Senato sta per approvare rafforza il progetto della Buona scuola e definisce meglio un’idea

Top News

REFERENDUM, PEZZOPANE: “IL BICCHIERE E’ MEZZO PIENO”

” E’ stata una campagna elettorale appassionante quella per il referendum costituzionale. Ho girato comune per comune, piazza per piazza, casa per casa, senza risparmiarmi, con 106 incontri. Ho avuto